Copy42 ADV, corso per copywriter

Allenati a scrivere testi per la pubblicità e testi corporate.

A Milano o in video, settembre 2018/gennaio 2019

Col patrocinio dell’Associazione Italiana Copywriter

LA STRATEGIA

Cosa c’entra la strategia col copywriting? Se te lo sei chiesto, non iniziamo proprio bene. Comunque… Un copywriter scrive e pensa sempre in funzione di una strategia. Anche un naming non è solo un nome ma uno strumento potente per lavorare sul posizionamento del brand in modo strategico. A Copy42 ADV lavorerai tanto, ma proprio tanto, sulla strategia. Ma non azzardarti a scrivere “strategic copywriter” nella bio di LinkedIn, eh!

LA CREATIVITÀ

Ovvio: un copywriter è un creativo, perché non solo deve padroneggiare alla perfezione la lingua, ma deve anche avere idee. Tante idee. Idee col botto. E allora, nel programmone di Copy42 ADV non poteva proprio mancare il modulo dedicato alla creatività, con tanti esempi e tante esercitazioni che stimoleranno l’emisfero destro del tuo cervello. Ma anche il sinistro sarà chiamato in causa, non temere.

LE STRADE

Scrittura per il non profit e per i testi aziendali, brevi e lunghissimi, per vendere e persuadere e sedare anche le crisi più nere: le strade del copywriting forse non sono infinite, ma sono infinitamente impervie. A Copy42 ADV imparerai ad affrontarle tutte, comprese le salite più ostiche. Lo farai sudando le sudate carte, riempiendole di brutte copie che, alla fine, diventeranno più belle di quanto potessi immaginare. Forse.
Corso per copywriter Copy42

COPY42 ADV FA PER TE SE

Copy42 ADV è un percorso in salita, ma possiamo assicurarti che tagliare il traguardo sarà gratificante. Copy42 ADV fa per te se:

  • Non sei affatto a digiuno di copywriting, ma vuoi capire meglio come scrivere testi particolari e per particolari canali, contesti, realtà.
  • Vuoi avere un quadro completo del copywriting d’agenzia e allenare la tua vena creativa (ma anche quella analitica).
  • Non vedi l’ora di cimentarti in esercitazioni che ti daranno filo da torcere.

IL PROGRAMMA

Sabato 15 settembre. 11:00 -14:00. Valerio Balzano

MIND THE STRATEGY: LA GIUSTA DISTANZA TRA VOI E LA CREATIVITÀ
Non sono mai solo parole, sono l’anima di un prodotto o di un’azienda. Sono la nostra verità detta al consumatore. Sono difficili da trovare sia che si lavori in coppia creativa, sia da soli.
Ma un copy non è mai veramente solo se ha una buona strategia.

Un concept per amico
Dal foglio bianco all’idea creativa.
Il rapporto con l’art director.
La sottile differenza tra una head e una scritta
Una buona strategia ci farà tornare tutto.
L’importanza della ricerca.
La curiosità come strumento di lavoro.
Qualche consiglio.
Una strategia vi salverà: affrontare una campagna dallo spot alla radio
Perché partire dal concept.
Mai perdere di vista i mezzi.
Per quando sarai solo: il copy e la radio.

Sabato 22 settembre. 11:00 – 14:00. Valentina Falcinelli

TONO DI VOCE. COME DARE PERSONALITÀ AI TESTI AZIENDALI
Alle aziende, oggi, non bastano più testi scritti (formalmente) bene. Le aziende, oggi, hanno bisogno di testi con anima, personalità, carattere. In questa lezione vedremo come passare da testi scritti bene a testi che parlano

Cos’è il tono di voce
L’importanza del tono di voce. Cos’è e come trovarlo attraverso metodi e strumenti utili.
I vari livelli di tono di voce
Freddi, neutri, caldi e colorati. Conoscerli, riconoscerli, lavorarci.
Il manuale d’uso del tono di voce
Cos’è e come si costruisce. Lo vedremo anche grazie a tanti esempi.

Sabato 29 settembre. 11:00 -14:00. Béatrice Ferrari

A LEZIONE DI BRAND NAMING = IL NOME È LA MEMORIA DELLA MARCA
Introduzione
– Che cos’è il Naming?
– Perché il nome è giusto?
Comprendere il naming circle
– Mappa Mentale del Brand Naming
– Stabilire le priorità
– I criteri di fattibilità
– Copywriting vs Namewriting
Fare ordine grazie al naming desc
– Integrare criteri di fattibilità e creatività
– Quale ordine e perché
– Focus sulle tecniche di creatività
Analizzare il nome con il logoview
– Marchio visuale e Marchio verbale
– Focus sul marchio verbale
– I livelli di significato del nome

Sabato 6 ottobre. 11:00 – 14:00. Andrea Fiacchi

PAROLE PERFETTE PER ESPERIENZE DIGITALI DA RICORDARE
I microtesti sono le parole e le frasi che troviamo sulle interfacce digitali: siti web, servizi online, schermi di smartphone. I microtesti spingono gli utenti a compiere delle azioni, lo motivano, lo divertono e lo rassicurano. In questa lezione scoprirai come trasformare questi testi in conversazioni che hanno un valore per i tuoi clienti.
Che cos’è l’UX writing
Come si usano le parole che rendono la tua esperienza digitale indimenticabile? Una tecnica nuova con tante sorprese dentro.
L’importanza dei microtesti
Scopriamo insieme tutto quello che devi sapere sui testi brevissimi che dicono tantissimo.
Scrivere microtesti efficaci
Tanti esempi e consigli per trasformare le interazioni con gli utenti in momenti speciali.

Sabato 13 ottobre. 11:00 – 14:00. Bruno Mastroianni

QUANDO TUTTO VA STORTO. COMUNICARE SULL’ORLO DI UNA CRISI (SENZA NERVI).
Facile comunicare mentre tutto fila liscio. Ma che succede quando facciamo errori, provochiamo danni o veniamo fraintesi e la nostra reputazione viene minacciata? Una buona notizia: si può comunicare bene anche quando tutto è andato male.
Di crisi ce n’è per tutti i gusti
Parole inopportune, vizi privati esposti in pubblico, incoerenze, danni provocati, gaffe e chi più ne ha più ne metta.
Prepararsi mentalmente
Fare amicizia con le percezioni altrui. A lezione da Batman: “perché cadiamo? Per rialzarci più forti di prima”.
Cosa fare durante la crisi
Ricorda chi sei, guarda in faccia il problema, ascolta le domande (ignorando offese e provocazioni), pensa una risposta ma non rispondere ancora!
La risposta alla crisi
La regola d’oro di ogni buona comunicazione: tu sei il messaggio. Prendere l’iniziativa, curare il tono,  le quattro R (responsabilità, risoluzione, restituzione, rinnovamento).
Prevenire è meglio che curare
Appunti sulla gestione preventiva della crisi. La lezione del Gladiatore ai tempi del web: “ciò che facciamo online riecheggia per l’eternità”.

Sabato 20 ottobre. 11:00 – 14:00. Valentina Falcinelli

EDITING COL BISTURI. QUANDO IL COPYWRITER DIVENTA UN CHIRURGO
Ci sono dei testi che richiedono un lavoro pressoché chirurgico. Sono testi scritti in burocratese, sono testi scritti pensando solo all’azienda e non al lettore. Sono testi pesanti, complicati che impongono al copywriter un lavoro chirurgico.
Approcciarsi al testo
Prima di iniziare a lavorare, occorre studiare il “paziente” con scrupolo e occhio attento. Le fasi del primo approccio col testo e un metodo testato per non toppare.
Occhio al nemico!
Quali sono i mali più comuni di un testo da editare pesantemente? Conoscerli, riconoscerli, eliminarli.
Riscrittura clientecentrica
I princìpi alla base di una riscrittura che rimette al primo posto il lettore.
Controllo finale
Tecniche e trucchetti del mestiere.

Sabato 27 ottobre. 11:00 – 14:00. Franz Di Palma

IL RUOLO DEL COPYWRITER OGGI: METODI, STRUMENTI, CREATIVITÀ
Come è cambiato il modo di intendere il copywriting, come si impara a pensare in modo integrato, tra innovazioni, tendenze e nuove sfide.

La strategia. La base di ogni creatività.
Che cos’è una strategia di marca, in cosa consiste un posizionamento di brand sia su canali off che on-line. Esempio pratico di 4 strategie differenti sul brand LEGO.
Come trasformare una strategia in un’idea creativa.
Dalla strategia all’idea creativa, strumenti e metodi per realizzare campagne di advertising cross-mediali.
Che cos’è una campagna integrata, esempio pratico di un brand che ha saputo utilizzarla al meglio.
Social. Strumenti e metodi per una creatività che si faccia notare.
Real time marketing, streaming editoriali cosa sono e come usarli per una strategia social.
Una vita di coppia. Lo stretto legame tra art e copy.
Relazione tra copy e art director, dove comincia l’uno e finisce l’altro?
Scrivi come posti. Il copywriting nell’era dei social.
Come i social media hanno cambiato e stanno cambiando il modo di scrivere.
Esempi pratici di pagine FB e IG dove il ruolo del copy è rilevante.
The now now. Nuovi scenari di comunicazione.
Big data, nuovi trend, come i dati guidano la creatività.
Imparare dai maestri. Analisi campagna The Economist.
The Economist, la case history più rappresentativa di puro copywriting degli ultimi anni.
I perché di tanto successo.

Sabato 10 novembre. 11:00 – 14:00. Chicco Meomartini

QUESTO INTERVENTO NON HA TITOLO, MA DOVREBBE AVERLO.
Per scrivere il titolo giusto non bastano le parole. Serve pensarci, scriverne tanti e sapere scegliere quello giusto. La cosa più difficile è saper buttare via il resto.
Filtri di esclusione.
Un metodo semplice per cestinare quello che non funziona e scegliere le parole più giuste.
Un titolo deve dire quello che deve dire.
Essere chiari è la prima cosa, dire qualcosa di nuovo e utile per il target funziona molto di più.
Titoli e immagini.
Ci sono titoli che vivono da soli, altri che insieme alle immagini creano un nuovo cortocircuito.
Italiano. “What else?”
La lingua italiana ha circa 160.000 vocaboli e good non è più saporito di “buono”.
Dire una cosa utile.
A nessuno va di perdere tempo. Se non diciamo qualcosa di utile, il tempo lo perdiamo in tre. Noi, il nostro cliente e il target.
Strutturare al meglio un testo.
Troppo lungo? Troppo corto? Dipende da quante cose devi dire.

Sabato 17 novembre. 11:00 – 14:00. Chicco Meomartini

30 SECONDI, MA NON SOLO.
Ogni video, ogni spot TV, ogni radio è una piccola storia fatta di personaggi e di una colonna sonora. Come in tutte le storie ci sono un inizio e una fine. Ma il bello è quello che c’è tra i due.
Video, dalla storia allo script.
Come strutturare uno script video in maniera chiara e semplice.
Video, dallo script allo storyboard.
Come si trasforma uno script in una storia visiva attraverso la scelta dei frame giusti.
Radio, lo script preciso.
Imparare il linguaggio e le meccaniche di uno script radio.
Radio, ascoltare per farsi ascoltare.
Gli spot radio non sono solo delle parole recitate.
Video e radio, scegliere la voce.
Chi parla, come parla e come deve recitare.
Video e radio, la musica non è solo una colonna sonora.
Il valore della musica e dei sound effect.

Sabato 24 novembre. 11:00 – 14:00. Diego Fontana

COMUNICARE IL NON-PROFIT. DAL SOCIALE AL SOCIAL.
Dalle Pubblicità Progresso alla Fearless Girl. Tre ore per indagare linguaggi e specificità della comunicazione non-profit, nell’evoluzione dai media classici ai canali digitali.
Che cos’è la comunicazione non-profit
Incursione nella storia della comunicazione non-profit, per definirla e delinearne i contorni.
Imparare dai maestri
Alla scoperta dei copywriter di riferimento nel mondo della comunicazione non-profit, con visione di relative case-history.
Quando il tono di voce è tutto
Mai come nella comunicazione non-profit impostare il tono di voce è determinante. Verificheremo quali parole scegliere e quali evitare.
Non-profit e nuovi linguaggi
Approfondimento sul rapporto tra comunicazione non-profit e digital: dagli anni dello shock a quelli dell’engagement.
Attraversare la linea gialla
Cosa accade quando sono i brand a farsi carico di messaggi di portata civile e sociale?
Princìpi utili
Un punto finale per riesaminare quanto visto insieme e trarne principi chiari, utili e pratici per diventare autori migliori di comunicazione non-profit.

Sabato 1 dicembre. 11:00 – 14:00. Eliana Pavoncello

NON SOLO BRAND: LA CORPORATE COMMUNICATION
Il successo di un business non è fatto solo di vendite: al di là e insieme a prodotti e servizi, un’azienda è fatta anche di relazioni al suo interno e all’esterno. Un modo di comunicare, e tecniche di scrittura, solo apparentemente in contrasto con l’advertising tradizionale.
Dalle PR alla corpcom
All’inizio si diceva pubbliche relazioni, poi il mondo e i media sono cambiati. Una piccola storia della corporate communication (o comunicazione istituzionale) ci aiuterà a inquadrare meglio sfide e opportunità di oggi.
Identità, immagine, valori
Identità, immagine e valori sono le parole chiave della comunicazione corporate. Vedremo insieme il loro vero significato riportato al nostro contesto e come la loro interpretazione abbia effetti sul lavoro del copywriter.
E la creatività?
Si dice che scrivere una comunicazione istituzionale non richieda particolare creatività, anzi che la creatività non sia proprio chiamata in causa. Scopriremo, anche attraverso famose case-history come questa affermazione sia solo un luogo comune.
Le bugie hanno le gambe corte
Partendo dal primo dei sette principi di Arthur W. Page, uno dei padri della moderna corporate communication, analizzeremo insieme l’importanza di raccontare la verità e, soprattutto, come raccontarla.
Le parole semaforo
I sì e i no della comunicazione corporate. Cosa si può scrivere, cosa non si dovrebbe, cosa va assolutamente evitato: un piccolo vademecum per aggirare le insidie e realizzare un testo inattaccabile.
Corporate communication in azione
Come si crea una brochure? E la sceneggiatura di un video aziendale? Proveremo insieme a mettere in pratica quanto illustrato durante la lezione su un caso concreto.

Sabato 15 dicembre. 11:00 – 14:00. Bruno Mastroianni

IL COMUNICATO STAMPA È VIVO E LOTTA CON NOI
C’è chi dice che sia un vecchio strumento, superato dalle logiche digitali. Ma se hai una notizia da dare, senza di lui non vai lontano. Come scrivere comunicati davvero rilevanti.
Il mezzo è il messaggio: cosa è un comunicato stampa
Un comunicazione scritta per giornalisti che però sarà letta anche da tutto il resto del mondo.
Forma e stile
Le prime righe e le 5 W (When, Who, What, Where, Why).
Il corpo “solido” del comunicato: informazioni non chiacchiere.
La parte finale: i contatti.
Contenuti
Cosa è notizia e cosa no. Come si scrive per informare: brevità, concretezza, più oggettivi che aggettivi.
Tutto può diventare comunicato stampa
Esperimento di trasformazione testi in comunicati stampa.

Sabato 5 gennaio. 11:00 -14:00. Davide Zandonà

LONG COPY. UN LUNGO TESTO CORTO
Come pensare, scrivere e organizzare testi lunghi per progetti di comunicazione istituzionale o di prodotto (cioè come riuscire a farsi pagare per fare qualcosa che tutti in Italia sono convinti di saper fare bene oltre al proprio lavoro).
Costruire gli argomenti
Individuare l’argomento unico e gli argomenti secondari (in mezzo ad una marea di informazioni inutili).
Costruire il linguaggio del testo
Scegliere e sviluppare gli stili di scrittura (anche senza averne uno).
Strutturare la narrazione
Distribuire equamente i contenuti tra titoli, sottotitoli, paragrafi (e cestino della carta straccia).
Orientare il linguaggio non verbale
Fare la direzione creativa di visual, graphic design e artwork (senza che l’art e il grafico se ne accorgano).
Tirare fuori qualcosa dal nulla
Esercizi di scrittura creativa (e di sopravvivenza)
Testare il testo
Individuare i punti imbarazzanti nel proprio ufficio (prima che nella sala riunioni del cliente).

Sabato 12 gennaio. 11:00 – 14:00. Raffaele Marino

IL COPY PER VENDERE (ED EMOZIONARE)
Come si scrive il testo per un catalogo? E il testo per una brochure? E il testo per una landing page? Lo vedremo in questo modulo, dove impareremo a scrivere per vendere, persuadendo ed emozionando. Ma senza esagerare.
Copy per cataloghi
Ci sono cataloghi e cataloghi. C’è il catalogo puramente emozionale, quello vetrina. Ci sono poi anche i cataloghi online, ovvero le schede prodotti per gli e-commerce. In questa parte di lezione vedremo come usare storytelling, tono di voce, scrittura clientecentrica per scrivere testi chiari e “vibranti”.
Copy per brochure
Qual è il tono di voce da usare? E il testo deve essere lungo o corto? E i contenuti, i contenuti come si scelgono e dispongono? Risponderemo a queste e ad altre domande.
Copy per landing page
Cosa significa “copywriting a risposta diretta”? E, soprattutto, come si scrive una pagina d’atterraggio chiara e al contempo convincente e coinvolgente?

Sabato 26 gennaio

Prima l’esame, poi il pranzo finale tutti assieme.

I DOCENTI (Cattivissimi)

  • Valentina Falcinelli

    Valentina Falcinelli

    Ceo di Pennamontata, esperta in tono di voce, copywriter e formatrice, Valentina si occupa di scrittura in tutte le salse. Lavora con piccoli e grandi brand (tra cui Subito, WWF Italia, BPER Banca, Illumia) per aiutarli a trovare la propria personalità attraverso le parole. Di sé dice: “So scrivere senza guardare la tastiera, ma non so guardare la tastiera senza scrivere”.

  • Franz di Palma

    Franz Di Palma

    Entro nel mondo dell’advertising 20 anni fa per non uscirne più, sono un Direttore Creativo Copy nato con l’ATL ma che subisce da subito il fascino per le nuove tecnologie e il digital advertising, oggi mi occupo di campagne integrate, nutrito sempre dalla mia passione per il copywriting, che viva su una campagna stampa, sullo schermo di una tv, su quello di uno smartphone, o che sia emesso da una radio, non importa. L’importante è che tracci sempre una nuova via. Questo è il mio modo di intenderlo.

  • Davide Zandonà

    Davide Zandonà

    Fondatore e creativo di Liberate le Aragoste, agenzia di branding e comunicazione. Si occupa di direzione creativa e scrittura. Lavora per clienti nazionali ed internazionali, soprattutto nei settori del beauty e del design (e ha due figli, per questo la sua biografia finisce qui).

    liberatelearagoste.it

  • Eliana Pavoncello

    Eliana Pavoncello

    Copywriter, direttore creativo, laurea in sociologia. Ha lavorato su grandi clienti in Saatchi & Saatchi, Roncaglia & Wijkander, TBWA, DMB&B, Publicis e in altre agenzie di servizi creativi che ha gestito.

    Ha tenuto corsi di copywriting e di tecnica pubblicitari all’Istituto Europeo di Design di Roma e all’Istituto Quasar. Tiene regolarmente corsi di copywriting, scrittura creativa e consulenze personalizzate.
    E’ tra i fondatori dell’Associazione Italiana Copywriter.

  • null

    Bruno Mastroianni

    Bruno Mastroianni, laureato in filosofia, giornalista, autore tv, social media manager di trasmissioni Rai. Docente di comunicazione politica a Uninettuno. Ha gestito uffici stampa per diverse organizzazioni. Il suo ultimo libro: “La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico” (Cesati 2017).

  • Chicco Meomartini

    Chicco Meomartini

    È passato in diverse agenzie, soprattutto romane: al momento è in TBWA\Italia. Negli anni ha seguito clienti nazionali e internazionali come Apple, Eni, Nissan Motor Company, BNL Gruppo BNP Paribas, Toyota Motor Italia, Poste italiane, Max factor, RdS e altri ancora. Ha lavorato su una trentina di spot TV, su infiniti spot radio, su montagne di annunci stampa, campagne digital, strategie social e integrate. Di sé dice: “So fare un ottimo mojito e un’eccellente carbonara, ma insieme stanno malissimo”.

  • Béatrice Ferrari

    Béatrice Ferrari

    Béatrice Ferrari è la voce più significativa del Brand Naming in Italia. Ha collaborato con Start-up e Multinazionali, identificando nomi vincenti come YARIS Toyota, CURSOR Iveco, VERSALIS Eni, FREEDEA LemonSoda, OXYDO Safilo, SPORTWEEK Corsera, BLUSHIELD Diadora, STYLEMA Brembo e tanti altri.
  • Diego Fontana

    Diego Fontana

    Una decina d’anni trascorsi come copywriter tra Lowe Pirella e Saatchi & Saatchi. Collaboratore e coautore per Rai e Sky. Fondatore e direttore creativo di T-e-r-r-a.it. Docente da 7 anni presso IED, sede di Firenze.
    Nel 2017 pubblica di Digital Copywriter per FrancoAngeli e Sui passi di Francesco per Ediciclo. Ha scritto per InNatura e Bill Magazine. Suoi lavori in ambito adv sono pubblicati sugli annual dell’Art Director Club Italia,
    Lürzer’s Archive e Adsoftheworld.com
  • Raffaele Marino

    Raffaele Marino

    Communication manager, social media strategist, autore radio e tv, nel 2007 porta in Radio Rai 1 il programma “Lasciamoci così”. Ha realizzato il brand aziendale della società petrolifera Retitalia. È copywriter e social media manager di Bruno Tabacci e del Centro Democratico. Responsabile del Laboratorio di Giornalismo della facoltà di Lettere e filosofia dell’università di Tor Vergata. Fotografo professionista, si forma con Oliviero Toscani e Settimio Benedusi.  È autore di reportage politici e firma la prima copertina di Fortune Italia.

  • Andrea Fiacchi Copy42

    Andrea Fiacchi

    Psicologo cognitivista innamorato del web, ux-writer e formatore, progetta architetture centrate sull’utente dai tempi di Netscape. Scrive, sperimenta e riscrive fino a trovare le parole giuste per guidare con affetto le persone verso il loro obiettivo, dal prenotare un viaggio a pagare il bollo auto. Crede nel valore creativo dell’errore, convinto che fare due passi avanti e uno indietro non sia un disastro ma un cha cha cha.

  • Valerio Balzano docente di Copy42 ADV

    Valerio Balzano

    Cofondatore della The Big Fusion. Prima ancora direttore creativo in diverse agenzie romane, speaker radiofonico e consulente di comunicazione. Da 16 anni fa coppia fissa con il suo art director ha lavorato e lavora su clienti nazionali e internazionali come ENI, P&G, D&G, Gucci, Lacoste, Poste Italiane, Banca di Credito Cooperatvo, Apple e Samsung.
    Produzioni video e spot sono divenute nel tempo il suo pane quotidiano.

Prezzo intero-Copy42ADV

I PREZZI DI COPY42 ADV

Puoi seguire Copy42 ADV in aula oppure comodamente da casa, in video.

In aula: avrai la possibilità di interagire, dal vivo, coi docenti. Solo nel caso in cui dovessi mancare a una o più lezioni, riceverai i video per poter recuperare. Nel pacchetto, sono compresi anche gli appunti di tutte le lezioni. Inoltre, due settimane prima dell’esame e fino a due settimane dopo, potrai rivedere i video di tutte le lezioni: noi lo chiamiamo “Il ripassone”.

In video: nella versione video farai parte di una vera e propria classe virtuale, con gli stessi contenuti, gli stessi esercizi, la stessa… ansia da prestazione. Abbiamo pronti i “fantastici 14”, i 14 video in alta definizione che abbiamo preparato nel corso dell’edizione marzo 2018. Riceverai i link per visualizzare il video il giorno stesso della lezione in aula, insieme alle slide. I video saranno disponibili per tutta la durata del corso e fino a due settimane dopo l’esame. Nel pacchetto, sono compresi anche gli appunti di tutte le lezioni. Hai bisogno di altre informazioni? Le trovi nella pagina FAQ.

Vuoi seguire due corsi? Che creatura impavida! Per il tuo coraggio, ti offriamo un bel 10% di sconto sull’importo totale.

COME ARRIVARE

Il Vitruvio Center si trova a Viale Vitruvio 43, a 5 minuti a piedi dalla stazione centrale di Milano.

Dal piazzale antistante la stazione (piazza Duca d’Aosta), prendi Viale Vitruvio, sulla sinistra. Dopo qualche minuto raggiungerai il civico 43.

 

Nonostante il programma tostissimo e i docenti cattivissimi, hai deciso: vuoi essere dei nostri a COPY42.